PazzamenteMamma

Evviva la TV!

Si, avete letto bene il titolo, Evviva la tv! Io non sono una di quelle mamme che demonizza la televisione, assolutamente no! Io penso che, come ogni forma di tecnologia, vada solo semplicemente saputa fruire nel modo giusto…e quando si parla di fruizione da parte di bambini, credo sia ancora più importante non lasciare nulla al caso. Se vi ricordate, un po di tempo fa vi ho chiesto quanta tv guardassero i vostri figli mediamente al giorno. E dal piccolo sondaggio era emerso che, durante il periodo invernale, i bimbi passavano sicuramente più tempo davanti allo schermo. Mamme care…è inutile che ce la raccontiamo…ma quando fuori fa 3 gradi e diluvia per giorni e giorni, si esce fuori a saltare nelle pozzanghere come Peppa Pig? Leggiamo continuamente articoli su articoli sull’importanza di far star i bimbi fuori anche col cattivo tempo, e non discuto minimamente sull’attendibilità. Ma se io lo faccio, sistematicamente me ne trovo 1 su 2 ammalato nel giro di 24 ore…e se ho fortuna anche 2 su 2. Ragion per cui, sarà all’antica, ma io se il tempo fa schifo, me ne sto a casa. E stare a casa, ovviamente, comporta riempire le giornate dei figli. Fermo restando che io sono una mamma molto free, di quelle che dicono “il gioco te le devi sapere creare anche da solo”, e di quelle che ritengono la noia importantissima, ovviamente mi piace passare del tempo con i miei bambini. Giochiamo assieme, cuciniamo assieme, mi dedico a loro con tante attività. Cerco sempre di “giocarmi”, passatemi il termine, la carta della tv, quando davvero hanno esaurito ogni energia. Perché ad un certo punto, verso la sera, e dopo una giornata passata a scuola, o in altre attività, i miei figli hanno proprio voglia di pigiama, divano e cartoni…e sinceramente, io non ci trovo nulla di male. Ricordo quando ero piccola, quanto mi piaceva accoccolarmi a vedere i cartoni. E non si tratta nemmeno di una sorta di baby sitter, come molti la definiscono, per appioppare una valenza negativa, La tv c’è da sempre nella nostra generazione, e maggiormente in quella dei nostri figli, e pretendere che non la guardino, o demonizzarla, lo trovo un controsenso senza basi fondate. Allora non bisognerebbe proprio averla dentro le nostre case, non trovate? Ma in casa nostra, la tv si guarda con delle regole su cui non transigo. Regole a cui siamo arrivati dopo varie prove, tentativi mal riusciti, passi indietro e passi avanti. Perché fare il genitore, lo abbiamo detto e ridetto, prevede un percorso che non è sempre lineare…e se prima c’era solo un controllo sui contenuti da parte mia, e qualche paletto sul tempo da passarci davanti, adesso abbiamo definito tutto meglio. Premetto che io e mio marito non guardiamo mai la tv se ci sono i bimbi davanti. Mi spiego, sennò sembro matta. Il tg ce lo vediamo da soli, non davanti a loro, perché lo ritengo davvero inadatto per l’età dei miei bimbi. Quindi o lo vediamo quando sono a scuola, oppure ci informiamo diversamente. Per il resto, noi guardiamo praticamente solo serie tv oppure un film ogni tanto, ma solo nel week end, perché durante la settimana non ce la si fa (per lavoro, per stanchezza…). Quindi può capitare che io accenda la tv la domenica mattina mentre stiro e al massimo sto su un canale dove si cucina. Ma per il resto, abbiamo sempre evitato di sottoporre i bambini a contenuti non adatti alla loro età. Detto ciò, vi racconto come noi “usiamo la televisione” a casa nostra. Poche regole che mi hanno aiutata a fare in modo che la guardino in serenità (mia e loro) e senza storie quando va spenta:

  • Quando si mangia la tv è spenta. Siamo arrivati a questa regola dopo mille tentativi…perché succedeva che, mancando tutto il giorno da casa, restasse solo il momento della cena per guardarla. Ma quando si mangia, si deve pensare al piatto e stop. Ed è cosi bello fare due chiacchiere attorno al tavolo. Non tornerò mai più indietro su questa regola, ci abbiamo guadagnato tutti.
  • Non si guarda la tv poco prima di dormire. E in generale non faccio usare la tecnologia prima di andare a nanna, perché ho notato che li fomenta troppo. Perciò l’ultimo cartone e poi ci si dedica ad altro…i miei figli di solito prima di prendere sonno ascoltano una fiaba, oppure colorano un po, soprattutto il piccolo. Insomma si fa qualcosa che rilassi, che accompagni al momento della nanna. Anche solo semplicemente due chiacchiere.
  • I contenuti devono essere adatti all’età dei miei figli. E se la guardano assieme, idem. Perché succedeva che la grande guardasse cartoni o telefilm inadatti a un bimbo di 3/4 anni e la cosa mi stava sfuggendo di mano. Lui si spaventava, oppure ripeteva comportamenti o parole inopportune, perché le vedeva e sentiva senza comprenderle. Ci sono tanti cartoni che sono adatti a fasce di età più ampie, e se così non fosse la si guarda a turno…senza troppe storie. Ognuno di loro ha diritto di guardare i programmi che ama, e se non ci sono alternative resta solo alternarsi.
  • Do un orario in cui va spenta, e non transigo. Certo se sta per finire l’episodio non sono un carabiniere, ma cerco sempre di controllare prima la durata, così evito discussioni dell’ultimo minuto.

Come vedete non ho messo troppi veti. Tre semplici regole che hanno reso il momento della televisione davvero bello, mentre fino a poco tempo fa era tutto molto caotico.Ma devo dire che funziona tutto meglio da quando abbiamo deciso di comprare il fire tv stick di Amazon. Sapete perchè? Perchè mi permette di gestire la fruizione della tv al meglio. Innanzitutto vi spiego di cosa si tratta, e vi premetto che noi abbiamo una semplicissima tv digitale, e non abbiamo sky o simili. Il Fire TV Stick permette di collegare la tv a un mondo di intrattenimento online. Possiamo accedere ad un’ampia gamma di film e serie TV. Possiamo guardare Prime Video (gratuito per i clienti amazon prime), Netflix, You tube, Facebook e avere accesso a tantissime app e giochi!

Ma le cose che principalmente adoro sono due:

  1. la possibiltà di scegliere i contenuti in base all’età (e bloccare quelli inadatti con una semplice password)
  2. la possibilità di mettere in pausa il programma che stanno guardando. Così se è pronta la cena, o se è semplicemente ora di spegnere, non ci sono discussioni, perché si può continuare a vederlo il giorno dopo o successivamente. Visto che tutto sommato i miei figli guardano un pò di tv giusto verso tardo pomeriggio o sera, e magari un po di più nel week end, non dobbiamo aspettare che arrivi l’orario in cui passa il cartone preferito, rischiando di perderlo o di non poter finire di vederlo. Quando si decide che è tempo di tv, si sceglie un programma e si guarda. Nulla di più semplice!

Se non avete sky o comunque contenuti simili già attivi sulla vostra tv di casa, io ve lo consiglio davvero! Ovviamente se siete clienti Prime la fruizione dei contenuti Prime Video è gratuita, ma potete usarlo anche per Netflix se ad esempio siete abbonati. Vi lascio qui sotto il link Amazon, dove troverete maggiori dettagli!

BUONA TV!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *